28 marzo 2014

TORNATRAS


Tornatràs: “torna indietro”...perchè “torna indietro”?
Non ve lo posso di sicuro dire, vi rovinerei il finale, ma posso raccontarvi le emozioni che scorrono sulle pagine del libro, quello si!
Ma partiamo dall'inizio...
La famiglia Toscani viene colta da una notizia terribile: papà Alvaro è morto nel naufragio della nave da crociera su cui suonava il violino, e Colomba, il fratellino Leo e mamma Evelina, a distanza di un anno non si sono ancora ripresi, soprattutto Evelina, una radiosa e frizzante donna prima, diventa apatica, incurante di sé stessa e dei figli, inebetita e sempre davanti alla tv, fino a quando,  proprio nel  giorno del compleanno di Colomba, la famiglia Toscani eredita un bellissimo appartamento a Milano;così partono da Genova nella speranza di trovare un po' di serenità e felicità nella nuova dimora, non sapendo che troveranno molto, ma molto di più!
L'appartamento è in un palazzo che ospita famiglie provenienti dai più svariati luoghi: Cina, India, Africa, sud Italia, e con loro le famiglie portano tradizioni, colori, aromi che rendono il palazzo vivo e pieno di calore. Colomba e Leo vengono “investiti” da nuova energia, fanno subito amicizia e si sentono meno oppressi dal dolore, anche Evelina sembra riacquistare nuovo vigore e sembra riprendere in mano la propria vita; ma qualcuno trama per cacciare via tutti gli inquilini “extracomunitari” per trasformare lo stabile in un lussuoso palazzo solo per vip, gente ricca e soprattutto con la pelle bianca...
Un racconto divertente e profondo di una delle più amate scrittrici per ragazzi Bianca Pitzorno, frizzante e appassionante in cui si ride, si piange, ci si indigna, ci si arrabbia e si vorrebbe prendere a calci nel sedere i prepotenti, ma anche ci si affeziona ai personaggi, si resiste e si combatte insieme a loro, e non si finisce mai di sperare... perchè alla fine, è proprio vero che la speranza è l'ultima a morire!

E quindi, TORNATRÀS! 
Perchè di sicuro, appena finirete il libro avrete voglia di tornare indietro e rileggerlo da capo.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.